Corpo Eterico

È la “parte” che l’uomo ha in comune con il regno vegetale e animale.
Possiamo immaginarlo come l’architetto del corpo fisico.
È l’origine di tutti i 7 processi vitali dell’uomo (respirazione, calore, crescita, secrezione, digestione, eliminazione,  riproduzione).
È un insieme di forze che rendono vivo, mantengono la forma, la salute e fanno crescere il corpo fisico.
È un insieme di forze vitali che ovviamente non si vede con i sensi fisici.
Molti rimedi come l’omeopatia agiscono prevalentemente su questo livello, per questo sono chiamati “vibrazionali“.
Il corpo eterico è ciò che nella Medicina Cinese viene chiamato “Qi” o “jing”.

Facciamo una riflessione.
Il nostro aspirapolvere senza elettricità non funziona. Si accende quando qualcosa di esterno gli infonde vita. Noi attacchiamo un filo alla presa da cui l’aspirapolvere assorbe “la vita” che lo farà funzionare.

Se però guardiamo l’uomo o gli animali o le piante, tutti esseri viventi, la domanda è: dove sta il loro filo? A cosa sono “attaccati” per vivere?
La biologia ci dice che le nostre cellule o molecole non sono in contatto le une con le altre, ma ciascuna è immersa ed oscilla entro un campo.  
E’ questo campo il “Campo delle Forze Eteriche”. Ed è questo campo che genera ” l’elettricità”, la forza, che viene “assorbita” ed utilizzata dalla particella e che le permette di svolgere le sue funzioni.
Ok, questo è il come, ma il perché? Ed il “da dove”?

La stessa ricerca scientifica dunque ci dice che oltre alla materia visibile, tangibile, misurabile, pesabile, esistono “materie più sottili”, forze invisibili, che compenetrano e circondano completamente il corpo fisico ed ogni sua molecola o cellula.
I primi strati di queste materie o forze sottili, definite come “etere” costituiscono una specie di matrice energetica che ACCRESCE mantiene la FORMA e la VITA al corpo fisico stesso.
Questa matrice energetica viene chiamata da Rudolf Steiner “Corpo eterico o corpo vitale” o meglio ancora “Campo delle Forze Formative” e rappresenta la controparte sottile del corpo fisico.
Gli atomi e le molecole che lo compongono sono tenute insieme da una specie di stampo costituito dal corpo o campo delle forze formative eteriche; in esso appaiono agenti quattro tipi diversi di sostanza eterica: Fuoco, Suono, Luce e Vita.

La regione o Mondo Eterico, ossia il piano a cui appartiene e di cui è costituito il corpo eterico umano (ma anche vegetale ed animale), abbiamo detto che è invisibile ai sensi fisici e agli strumenti diagnostici o di rilevazione da laboratorio.
E’ l’Etere supposto dalla scienza fisica.

Il corpo-campo eterico, formato da informazioni sottili, è una matrice di energia che compenetra e dà forma e vita al corpo fisico.

La frequenza vibratoria degli atomi costituenti la sostanza “eterica”, è molto più veloce di quella presente nella massa fisica.

La chimica moderna dice che non vi è un solo atomo o molecola del corpo che rimangano gli stessi nel trascorrere del tempo: all’incirca ogni sette anni si può dire che tutti gli elementi costituenti del corpo fisico vengono completamente sostituiti con altri totalmente nuovi, ad eccezione dello smalto dei denti.

Bene. Se gli stessi componenti del corpo fisico vengono completamente sostituiti con altri totalmente nuovi, come possono, creare una copia nuova di sé stessi? Non si riproducono sessualmente…
E’ evidente che debba esserci dietro di essi una “intelligenza” che determina queste “sostituzioni”.
Ecco, questa intelligenza è ciò che chiamiamo Corpo o Campo fatto di etere, ed specifico per ciascun essere umano. Questo campo, “attirando a sé” la materia fisica, crea, ricrea e mantiene il corpo fisico.
Potremmo dire che in esso vi è il chichè lo “stampo” tramite cui la sostanza fisica “prende e mantiene” una determinata forma.  
E’ assolutamente sbagliata la rappresentazione che paragona il corpo fisico ad una macchina. Una migliore immagine può essere quella del ruscello nel quale scorre un liquido in movimento. La forma del ruscello nel suo letto, permane più o meno sempre la stessa nello scorrere del tempo, ma l’acqua che passa non è mai uguale a quella che è appena passata. E’ in incessante movimento e mutazione pur rimanendo sempre se stesso. Il ruscello è sempre lo stesso pur essendo sempre diverso.

Il Corpo Eterico NON prende alcuna iniziativa. Esso è soltanto uno strumento, un INTERMEDIARIO. Ma intermediario di chi? Leggete ancora un po…

Il corpo fisico – soma e il sarx

Interessante che i greci e S. Paolo, avevano una duplice parola per indicare il corpo fisico: soma e sarx.
Con “soma” si intendeva un’essenza incorruttibile e immortale costituita di un principio vitale che sulla terra si riveste di materia;
Sarx  definiva invece il corpo fisico corruttibile, la materia fisica e il sangue.

Tale principio vitale che Paolo chiamava “soma” noi lo chiamiamo Corpo Eterico o Campo delle Forze eteriche Formatrici o Corpo della Vita.
Ed allora quando diciamo che la psiche influenza e altera il soma, stiamo dicendo che qualcosa che occupa l’enorme spazio della psiche sta andando a disturbare il lavoro del campo delle forze eteriche vitali.
Tale principio vitale che Paolo chiamava “soma” e noi Corpo Eterico è il plasmatore e poi il coordinatore ed il mantenitore di tutte le forme dei corpi materici e delle reazioni fisico-chimiche che mantengono la vita nel sarx.
Ed è anche la forza grazie alla quale gli elementi minerali che costituiscono un corpo vengono tenuti nella sua forma e non si disgregano. La forza grazie alla quale le reazioni ed i processi chimici del corpo non vanno nel caos e mantengono sempre un ordine.
E’ una “Legge” di ordine-kosmos e gravitazione, che impedisce alle sostanze fisiche di seguire la via della dissoluzione minerale e del ritorno alla terra. Potremmo dire che eleva alla vita delle sostanze minerali inorganiche. Le solleva da uno stato amorfo a quello di vita al contempo impedendone la disgregazione.
Quando questo “principio portatore di vita, forme ed ordine” esaurisce la sua azione sul corpo fisico, se ne va ed in quel momento finisce la vita, avviene cioè la morte.
Quando questo accade gli elementi fisici che erano tenuti “in vita, forma ed ordine” da lui, escono dall’ordine – Kosmos – ed entrano nel disordine Kaos. Arriva il caos e gli elementi della materia si disgregano e perdono la forma che avevano occupato. Perdere la forma è ciò che noi chiamiamo decomposizione. La decomposizione del cadavere, non è altro che un “rendere” ciò che era stato preso in prestito dal mondo minerale inorganico per rendere possibile la manifestazione della Vita sul piano fisico di un Nucleo Spirituale incarnatosi sulla Terra il cui corpo fisico – sarx – viene aggregato con elementi minerali e poi disgregato alla fine del progetto (“polvere sei e polvere tornerai“) .

Come lavora il Principio Vitale

L’azione del corpo Vitale o Eterico sul corpo Fisico, la possiamo immaginare pensando all’effetto che svolge la forza magnetica sul ferro. Immaginiamo una calamita accanto a degli spilli. Avvicinandoli assisteremo ad un “miracolo”.
Vedremo che il magnete (calamita) attirerà a se gli spilli. Vedremo che un essere morto ed immoto ed incapace di generare cause (calamita), divenga capace di farlo.
Se si andasse a cercare la causa di tale movimento negli spilli o all’interno della calamita-magnete andando ad osservare e raccontare ogni più piccolo dettaglio del fenomeno che vediamo accadere, misurandone forza, velocità, modalità di spostamento etc.. o se andassimo a fare lo stesso con la materia di cui è composto l’esperimento che da luogo al fenomeno, non scopriremmo affatto la causa.
Se vogliamo sapere perché gli spilli si muovono, dobbiamo innanzitutto riconoscere l’esistenza di forze, forze magnetiche assolutamente invisibili. Dobbiamo cioè riconoscere che esiste una forza, che possiamo smontare in ogni suo dettaglio e fare lo stesso con i fenomeni che genera, senza mai tuttavia arrivare a determinarne la causa dell’esistenza.

Ecco questo esempio ci permette di comprendere come il corpo fisico umano o animale o vegetale, costituito da minerali, si elevi alla vita, prenda delle forme ordinate e subisca dei continui processi vitali al suo interno.
Ma la causa che sta dietro a tutto questo, alla vita potremmo dire, è una Forza. La Forza Vitale Cosmica.
Quando si crea un campo di questa forza dedicato al singolo essere vivente, si crea un Corpo Eterico specifico per quell’essere vivente. Questo corpo è il VEICOLO, l’INTERMEDIARIO tra l’ammasso di materiale amorfo e la Forza Vitale Cosmica, fonte di vita. Essa è chiamata in sanscrito Prāṇa e la sua principale fronte di emanazione è il Sole, seguita dall’acqua, soprattutto quella in movimento e poi dal cibo.
Il campo delle Forze Eteriche Formatrici (Corpo Eterico) è l’anello di unione nell’uomo e nell’animale fra il corpo fisico e l’animico – spirituale.

Il prana o corrente Eterica cosmica

Tutte le forme viventi (vegetali, animali e uomo) possiedono un corpo eterico o Campo eterico.
Il suo compito principale, prima di andare a formare e mantenere, la forma del corpo fisico e la sua esistenza in vita, consiste nell’assorbire il “Prāṇa” (Energia Vitale proveniente dal Sole), nell’elaborarlo, e nel distribuirlo a tutto l’organismo.

Il “Prāṇa o sostanza Eterica cosmica,  è il soffio vitale di cui parla la Bibbia. La trama di tutto l’universo, ciò che c’era prima della materia. Prāṇa in sanscrito vuol dire infatti “prima delle acque potremmo dire, usando un termine caro alla scienza, prima del “brodo primordiale“.
Senza il Prāṇa o sostanza eterica cosmica non potrebbe esistere nessun organismo fisico in quanto è la sua presenza che fa ASSOCIARE le CELLULE che costituiscono poi le forme viventi ed è lo stessoPrāṇa o sostanza eterica cosmica che le mantiene in vita.
Il Prāṇa CIRCOLA NEI CORPI VIVENTI, a cui esso stesso conferisce vita e che esso stesso tiene in vita. Questo avviene tramite dei canali invisibili, canali eterici o energetici che in sanscrito si chiamano “Nadi” ed in medicina cinese “Meridiani Energetici“.
La somma di tutti questi canali energetici è ciò che noi chiamiamo Corpo Eterico o Campo delle Forze Eteriche Formatrici o in sanscrito PranaMayaKosha

dice Giorgio Tarditi Spagnili:

Gli Elohim sono gli Spiriti della Forma. Hanno passato il loro stadio umano nell’Antico Saturno quando l’uomo era un minerale di calore.

Gli Spiriti della Forma si occupano di far prendere forma alla creazione, a formare la struttura fisica poi riempita dagli elementi pesanti (tramite gli eteri e gli Esseri Elementari che formano gli Eteri n.d.r.).

I principali Spiriti della Forma sono sette, ognuno di loro rappresenta lo Spirito Planetario dei Sette Pianeti del nostro cosmo, agendo però dal Sole che è la loro dimora.

Esseri elementari nel corpo eterico. L’uomo, in quanto essere eterico, sta in un mondo eterico, o elementare.

Il corpo eterico costituito dalle Nadi o Meridiani Energetici è composto di cosa?
Potremmo dire di “particelle eteriche” che non sono un quid inanimato e astratto, ma esseri viventi etericamente, energicamente, chiamati Esseri Elementari . Le tradizioni essoteriche hanno dato nomi più disparati a tali entità. Da questi esseri sono nate fiabe e leggende.

  • Gli gnomi o pigmei sono le particelle della terra – Etere della Vita
  • Le ondine, sirene o ninfee sono le particelle dell’acqua – Etere del Suono o Etere Chimico
  • Le silfidi o silvestri sono le particelle dell’aria – Etere della Luce o dell’Aria
  • Le salamandre sono gli Spiriti del fuoco – Etere del Calore o Fuoco
    Sono questi esseri, i veicoli della forza vitale o Prāṇa, la quale proviene dal Sole (acqua e cibo):

Gli Esseri Elementari vivificano così la materia inerte e inanimata, distribuendosi in tutto il corpo fisico formando le Nadi o i Meridiani Energetici.

Il corpo eterico o Campo delle Forze Eteriche formatrici con i suoi Esseri Elementari va a costituire dunque milioni, miliardi (chi lo sa…) di sottilissimi flussi, o linee di energia, o portatori di energia. Nei punti in cui questi flussi si incrociano appaiono dei vortici energetici chiamati Centri Energetici o Chakras, che nella lingua Sanscrita significa “ruote“.

L’ Eterico consta di 4 modificazioni o stati (vedi sopra gli Esseri Elementari), come 4 sono gli stati della materia:

etere della vita o vitale – Gnomi o Pigmei
etere del suono o chimico o numerico – Ondine, Sirene, Ninfee
etere della luce, o aria – Silfidi o Silvestri 
etere di fuoco o di calore – Salamandre

Tali 4 stati eterici circondano ogni particella, configurandosi come un duplicato “energetico” della materia fisica densa.

Il corpo eterico è dunque unaorganizzazione, un insieme di queste Forze, che permeano, avvolgono l’intera figura fisica visibile dell’organismo e ne hanno una forma pressoché sovrapponibile.

Il mantenimento della Salute

Il corpo eterico non ha però solo il compito di formare ed organizzare il corpo fisico nella struttura complessa che conosciamo, ne ha anche un altro davvero importante.
Mantiene, ripara e riorganizza completamente ove necessario il Corpo Fisico.
E’ il veicolo, lo strumento, il Campo di Forze che mantiene sano ed in salute il corpo fisico, determinando quella che è la naturale tendenza alla auto-guarigione (sistema immunitario).
Questo può accadere in virtù e grazie a quelle forze di vita (Esseri Elementari che formano gli Eteri), in esso contenute.
Nella diagnosi delle malattie, è impossibile comprendere a fondo l’origine delle stesse, senza tener conto del Corpo Eterico.
E’ il corpo eterico con tutti i suoi “costitutori” (Esseri Elementari) che guida le cellule chimico/fisiche nella loro riparazione, riproduzione e differenziazione entro i tessuti dell’organismo fisico.

E’ importante ricordare che.
il corpo eterico non è il generatore delle forze vitali stesse, ne è soltanto il veicolo, uno strumento tramite il quale si RIVERSANO nel corpo fisico le più elevate correnti astrali e spirituali

Il suo scopo principale è di essere a servizio e conduttore delle energie provenienti dall’Universo.

Esso è anche il veicolo delle forze di pensiero, di coscienza e di sentimento.
Ma riflette l’attività e le azioni di forze più elevate, le quali non potrebbero operare direttamente sul corpo fisico, e per fare questo, esse necessitano di una sorta di “filtro” su cui far defluire in modo adeguato alla natura fisica, la loro influenza.

Alla luce di tutto ciò possiamo ben comprendere ora perché il corpo eterico è chiamato anche Corpo Elementare o Corpo del Pensiero o Corpo del Tempo o Corpo della Memoria. 

Il Corpo Eterico viene ereditato dalla linea genitoriale, è una ripetizione, una copia eterica. Ed infatti troviamo affinità nei tratti somatici e morfologici che vengono trasmessi tramite tale corpo tra genitori e figli.

Lascia un commento